La differenza chiave tra i microrganismi aerobici e anaerobici è il fabbisogno di ossigeno per i microrganismi aerobici di sopravvivenza mentre non lo è per i microrganismi anaerobici. Cioè, i microrganismi aerobici richiedono ossigeno come loro accettore finale di elettroni durante la respirazione aerobica mentre i microrganismi anaerobici non richiedono ossigeno per la loro respirazione cellulare.

La risposta all'ossigeno è la base per la classificazione dei microrganismi come aerobici e anaerobici. Per questo motivo, questi microrganismi possiedono caratteristiche diverse per svolgere le loro funzioni durante la respirazione cellulare. Pertanto, i microbi aerobici subiscono la respirazione aerobica, mentre i microbi anaerobici subiscono la respirazione anaerobica.

Differenza tra microrganismi aerobici e anaerobici - Riepilogo di confronto

CONTENUTI

1. Panoramica e differenza chiave 2. Cosa sono i microrganismi aerobici 3. Che cosa sono i microrganismi anaerobici 4. Somiglianze tra i microrganismi aerobici e anaerobici 5. Confronto fianco a fianco - Microrganismi aerobici e anaerobici in forma tabulare 6. Riepilogo

Cosa sono i microrganismi aerobici?

I microrganismi aerobici sono un gruppo di microrganismi in cui l'ossigeno funge da accettore di elettroni finale nella respirazione cellulare. Pertanto, questi microbi richiedono ossigeno molecolare per la sua sopravvivenza. Ossidano i monosaccaridi come il glucosio in presenza di ossigeno. I principali processi che generano energia negli aerobi sono la glicolisi, seguita dal ciclo di Krebs e dalla catena di trasporto degli elettroni. Poiché i livelli di ossigeno non sono tossici per questi microrganismi, crescono bene nei terreni ossigenati. E quindi, sono aerobi obbligati (Bacillus sp,)

Classificazione

Microbi microaerofilici, microrganismi aerotoleranti e anaerobi facoltativi sono le tre classificazioni degli aerobi. La base di questa classificazione è i livelli di tossicità dell'ossigeno per questi microrganismi.

  • Microrganismi microaerofilici: sopravvivono a basse concentrazioni (circa il 10%) di ossigeno (Helicobacter pylori è un esempio di microrganismo). Microrganismi aerotoleranti - Non richiedono ossigeno per la sua sopravvivenza. Al contrario, la presenza di ossigeno non danneggia i microbi (Lactobacillus sp è un esempio) Anaerobi facoltativi - Questi microbi possono sopravvivere sia in presenza che in assenza di ossigeno. (Escherichia coli è un anaerobo facoltativo)

Cosa sono i microrganismi anaerobici?

I microrganismi anaerobici sono anaerobi obbligatori. Non usano l'ossigeno come accettore finale di elettroni. Al contrario, usano substrati come azoto, metano, ferro, manganese, cobalto o zolfo come accettori di elettroni finali. Organismi come Clostridium sp appartengono a questa categoria. Inoltre, gli Anaerobi subiscono la fermentazione per produrre energia. Esistono due tipi principali di processi di fermentazione anaerobica; fermentazione dell'acido lattico e fermentazione dell'etanolo. Attraverso questi processi, gli anaerobi producono energia (ATP), necessaria per la loro sopravvivenza.

I microrganismi anaerobici non sopravvivono nell'ambiente ricco di ossigeno perché l'ossigeno è tossico per obbligare gli anaerobi. Al contrario, i livelli in eccesso di ossigeno non danneggiano gli anaerobi facoltativi.

Quali sono le somiglianze tra i microrganismi aerobici e anaerobici?

  • Per natura, entrambi i microrganismi aerobici e anaerobici sono procariotici. Entrambi questi microbi subiscono glicolisi, che è il primo passo della respirazione cellulare. Aerobica e anaerobica sono costituiti da microrganismi patogeni che causano malattie. Entrambi i tipi sono costituiti da microbi di importanza industriale.

Qual è la differenza tra i microrganismi aerobici e anaerobici?

Sommario - Microrganismi aerobici vs anaerobici

I microrganismi aerobici e anaerobici differiscono nell'accettore finale di elettroni. Gli aerobi utilizzano ossigeno molecolare come accettore finale di elettroni. Al contrario, Anaerobi usa sostanze come nitrati, zolfo e metano come accettore finale di elettroni. Pertanto, la differenza chiave tra microrganismi aerobici e anaerobici è il tipo di accettore elettronico finale che usano durante la respirazione cellulare.

Riferimento:

1.Hentges, David J. "Anaerobes: caratteristiche generali." Microbiologia medica. 4th Edition., National Library of Medicine degli Stati Uniti, 1 gennaio 1996. Disponibile qui 2. Smith, Charles G. e Marvin J. Johnson. "REQUISITI DI AERAZIONE PER LA CRESCITA DEI MICROORGANISMI AEROBICI." Journal of Bacteriology, US National Library of Medicine, settembre 1954. Disponibile qui

Immagine per gentile concessione:

1. "Epatociti - Produzione e distribuzione" (dominio pubblico) tramite Pixnio 2. "Batteri anaerobici" di Mclovinx - Opera propria, (CC BY-SA 4.0) tramite Commons Wikimedia