Dai un'occhiata al cielo pieno di stelle sopra e puoi vedere chiaramente che non tutte le stelle sono uguali. Alcune stelle sembrano più luminose di altre, alcune sono così deboli che non puoi vederle nude. Hai bisogno di un telescopio per vederli. La maggior parte delle stelle sono così deboli che non puoi mai vederle. Come si vede ad occhio nudo, la luminosità delle stelle viene misurata su una scala chiamata scala di grandezza. Determinare la luminosità di una stella si chiama luminosità. Quando guardi le stelle nel cielo con luminosità variabile rispetto ad altre, devi semplicemente confrontare la loro grandezza e dire loro che sono luminose.

La stella più luminosa sarebbe 1 o più piccola e la stella molto più fioca sarebbe 6. Il sistema di classificazione delle stelle in base alla loro luce fu sviluppato da Ipparco Rhod, un astronomo turco intorno al 130 a.C. Ha diviso le stelle in sei gruppi, la stella più luminosa è la prima dimensione e la sesta più scura. Sebbene misurare la luminosità delle stelle sia una vecchia idea, ora la tecnologia si è evoluta con gli astronomi usando mezzi più precisi per ottenere una lettura più accurata. Gli astronomi ora usano la scala di grandezza esatta e assoluta per determinare la luminosità delle stelle.

Che cos'è una dimensione assoluta?

La magnitudine assoluta è una misura della luminosità di una stella, il che significa quanto è luminosa una stella se vista da una distanza di 10 parsec o 32,58 anni luce. Ciò implica che dobbiamo sapere fino a che punto la sorgente luminosa è in grado di determinare la sua vera luminosità. Gli astronomi prendono 10 parsec come distanza standard e mostrano la luce interna della stella, la sua dimensione visiva assoluta, la dimensione visibile della stella se è di 10 parsec o 32,58 anni luce. La grandezza assoluta è dovuta alla luminosità della stella. In poche parole, è definito come la dimensione di una stella a 10 pollici dalla stella. La magnitudine assoluta è "Mv" (lettera maiuscola "M" e "v").

Qual è la dimensione del look?

La grandezza visibile è la misura di quanto una stella può brillare quando vista dalla Terra. Un modo per illustrare come sarebbe un corpo celeste da un sito dall'aspetto oscuro su una luce visibile. Scala e dimensioni chiare significano la stessa cosa; posto su un sistema di dimensioni logaritmiche storiche, è chiaro quale tipo di corpo celeste apparirà sulla Terra. La dimensione visibile dipende da tre cose: quanto è grande, quanto è lontano dalla Terra e quanta luce irradia al diametro della stella. La grandezza visiva è correlata al flusso di energia osservato dalla stella. Oggi, gli astronomi usano una versione migliorata e migliorata della scala più luminosa di Hipparch per misurare la luminosità delle stelle attraverso la fotografia e metodi elettronici. Il simbolo della dimensione assoluta è "mv".

Differenza tra dimensione assoluta e visibile



  1. motivo

La magnitudine assoluta è una misura della luminosità di una stella, il che significa quanto è luminosa una stella se vista da una distanza di 10 parsec o 32,58 anni luce. In poche parole, è definito come la dimensione di una stella a 10 pollici dalla stella. La magnitudine apparente è la misura di quanto una stella può brillare quando vista dalla Terra. La dimensione visibile del corpo celeste è una misura della sua luminosità, vista dalla Terra. La magnitudine assoluta dipende dalla luminosità della stella e la magnitudine apparente dipende dal flusso di energia osservato dalla stella.



  1. misura

La magnitudine assoluta è la dimensione visibile del corpo celeste, che dovrebbe essere a 10 parsec o a 32,58 anni luce di distanza, senza alcuna fonte che interferisca con la sua luminosità. Questo standard misura la luminosità di un corpo celeste osservato a distanza. Al contrario, la grandezza apparente misura la luminosità del corpo celeste come una stella in qualsiasi punto. La magnitudine apparente è come la stella brilla a occhio nudo o attraverso un telescopio. Tuttavia, la magnitudine apparente non significa che la stella sia lontana dalla Terra.



  1. calcolo

- Per trovare la grandezza assoluta di una stella, devi conoscere la sua distanza e le sue dimensioni. La formula per la distanza-scala è la magnitudine apparente mv, la magnitudine assoluta Mv e la distanza d sono i parsec:

mv - Mv = - 5 + 5 log10 (d)

La somma (mv - Mv) della stella è chiamata modulo di distanza della stella. Questo indica quanto sia fioca la luce della stella. Se sono note due delle quantità, è possibile calcolare la terza utilizzando l'equazione sopra.

Magnitudine assoluta e apparente: una tabella di confronto

Riepilogo della grandezza assoluta e apparente

Gli astronomi determinano la luminosità delle stelle su una scala di grandezza assoluta e assoluta. La grandezza visiva misura la luminosità di una stella in qualsiasi punto, mentre la grandezza assoluta misura la luminosità di una stella a distanza, cioè 32,58 anni luce. Quando si parla della luminosità di una stella, occorre fare attenzione a distinguere tra la sua luminosità e la sua luminosità. La magnitudine apparente è come la stella brilla a occhio nudo o attraverso un telescopio. Tuttavia, misurare l'entità assoluta di una stella non è facile.

RIFERIMENTI

  • Credito immagine: https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Open_cluster_HR_diagram_ages.gif
  • Credito immagine: https://en.wikipedia.org/wiki/ʻOumuamua#/media/File:Oumuamua-skypath.png
  • Koupelis, Theo. Alla ricerca del mondo. Burlington, Massachusetts: A Study of Jones and Bartlett, 2010. Stampa
  • Gabrielli, Andrea e altri. Fisica statistica per strutture spaziali. Berlino, Germania: Springer, 2006. Stampa
  • Kutner, Mark L. Astronomia: una prospettiva fisica. Cambridge, Regno Unito: Cambridge University Press, 2003. stampare