Aborto vs aborto spontaneo
  

Nel contesto, l'aborto e l'aborto significano cose diverse. Entrambi parlano di una interruzione della gravidanza. L'aborto è un termine colloquiale e può significare l'interruzione indotta della gravidanza. L'aborto spontaneo parla di una cessazione spontanea o di una minaccia al termine della gravidanza. Qui, uso il termine "aborto" per indicare l'interruzione indotta della gravidanza e il termine "aborto spontaneo" per indicare l'interruzione spontanea della gravidanza.

Che cos'è l'aborto?

L'esistenza dell'aborto come entità medica è evidente fin dalle antiche civiltà egizie fino all'era moderna. Nel 1550 a.C., i registri suggeriscono che l'induzione medica dell'aborto è stata effettuata utilizzando un “tampone” di fibre vegetali rivestito con un preparato a base di datteri e miele. La sezione V del manoscritto degli aforismi, parte 31 si traduce in "Se una donna con un bambino sarà sanguinata, avrà un aborto e questo sarà più probabile che accada, più grande sarà il feto". Il giuramento originale di Ippocrate fatto dai medici menziona che l'aborto si traduce in inglese come "Non darò un farmaco letale a nessuno se mi viene chiesto, né consiglierò un tale piano; e allo stesso modo non darò a una donna un pessario per provocare un aborto ”, dettando le linee guida morali per gli antichi dottori che impediscono la negligenza. L'aborto elettivo può essere la scelta del genitore o può essere indicato a causa di alcune condizioni cliniche.

I fattori presi in considerazione in un aborto terapeutico sono le attuali condizioni cliniche della madre, la prognosi di qualsiasi condizione medica possa avere, lo stato attuale della gravidanza, la prognosi del feto e gli effetti sulla prognosi della madre se la gravidanza è continuato. Il principale tra le indicazioni per gli aborti terapeutici è il cancro durante la gravidanza, sebbene l'incidenza sia rara. Carcinoma mammario (1 su 3000 gravidanze), carcinoma cervicale (1% - 3% negli Stati Uniti), melanoma, carcinoma ovarico, tumori del colon-retto sono alcuni dei comuni tumori maligni riscontrati durante la gravidanza, l'incesto, lo stupro e le anomalie fetali che possono provocare un il bambino nato con un'anomalia mentale o fisica o nella morte del neonato, sono considerazioni importanti riguardanti l'aborto. Esistono metodi medici e chirurgici di aborto. I metodi chirurgici di aborto includono aspirazione manuale o sotto vuoto, curettage di aspirazione, curettage acuto, dilatazione ed evacuazione, induzione del travaglio, aborto per infusione salina, isterectomia, dilatazione ed estrazione intatta, aborto per infusione di urea ipertonica e iniezione intra-cardiaca di digossina / KCL. La scelta del metodo dipende dall'età gestazionale.

Che cos'è l'aborto?

L'aborto spontaneo è definito dal punto di vista medico come l'espulsione o una minaccia all'espulsione di prodotti del concepimento prima di meno di 24 settimane di gestazione. Dopo 24 settimane, si chiama morte intrauterina e il piano di gestione è leggermente diverso. Esistono quattro tipi di aborti spontanei. Sono aborti spontanei completi, incompleti, inevitabili e mancati. Tutti tranne un aborto spontaneo si presenta con sanguinamento vaginale dopo un periodo di amenorrea. Potrebbe esserci dolore addominale. L'aborto completo prevede l'espulsione di tutti i contenuti uterini senza la necessità di evacuazione chirurgica o medica. L'aborto incompleto necessita di evacuazione. L'aborto spontaneo inevitabile è una condizione in cui l'espulsione dei prodotti è inevitabile ma non si è ancora verificata. La cervice uterina è aperta e il cuore fetale può o meno esserci. L'aborto spontaneo inevitabile può causare sanguinamenti massicci. Un aborto spontaneo si verifica all'insaputa della madre. Non c'è sanguinamento e la cervice è chiusa. L'ecografia non mostra un cuore fetale pulsante. Il ginecologo può attendere l'espulsione spontanea o dilatarsi ed evacuare.

Qual è la differenza tra aborto e aborto?

• L'aborto è indotto mentre l'aborto spontaneo è spontaneo.

• L'aborto espelle un feto vitale mentre l'aborto espelle un feto non vitale.

• L'aborto è la scelta dei genitori mentre l'aborto non lo è.

• Esistono metodi medici e chirurgici di aborto. Metodi simili sono usati per espellere i prodotti ritenuti non vitali del concepimento in aborti spontanei.

• Aborti spontanei presenti con sanguinamento vaginale ad eccezione di un aborto spontaneo mancato. L'aborto comporta un alto rischio di sanguinamento.

Potresti anche essere interessato a leggere:

1. Differenza tra sindrome premestruale e sintomi della gravidanza

2. Differenza tra sanguinamento in gravidanza e mestruazioni

3. Differenza tra osservazione della gravidanza e periodo